Edilcri spa
Loghi SOA ICIC

CERCA LA TUA CASA

certificazione ICIC attestazione di qualificazione
STRUTTURA ANTISISMICA

Tecniche antisismiche convenzionali

Definizione da Wikipedia.it
Il criterio fondamentale delle costruzioni antisismiche è quello di realizzare opere che consentono di salvare sempre e comunque le vite umane, pur sacrificando l'indennità strutturale. In questo caso la struttura resistente dell'edificio, progettata con i criteri sottoelencati (unitamente ad un'alta duttilità strutturale), potrà (e dovrà) anche deformarsi in maniera considerevole uscendo ampiamente dal campo elastico, con fessurazioni del cemento armato ampie e diffuse; l'opera potrà anche essere soggetta a crolli parziali, ma dovrà, comunque, sempre essere progettata per evitare, o almeno ritardare, il collasso totale, in modo da consentire la fuga di chi vi abita.
Si accetta questo tipo di compromesso poiché, con le tecniche antisismiche convenzionali, realizzare un edificio capace di resistere senza danni a terremoti violenti è quasi impossibile, oltre che economicamente insostenibile. Si tratta di dosare il livello di sicurezza appropriato, in funzione della destinazione d'uso e del grado di pericolo prevedibile mediante metodi probabilistici.
Dopo aver ipotizzato un modello teorico su cui basare la progettazione, possono essere utilizzati vari metodi per minimizzare i danni, tra cui:
  • adozione di nuclei di irrigidimento come setti, vani ascensore, vani scale, che tendono ad assorbire le azioni orizzontali, a patto che siano opportunamente collegati al resto della struttura. Le masse strutturali vanno distribuite con particolare accortezza ed, in fase di progettazione, occorre provvedere ad attente verifiche.
  • adozione del criterio della gerarchia delle resistenze: si studia la struttura in modo che le cerniere plastiche si formino nelle travi prima che nei pilastri (pilastro forte - trave debole) in modo tale che il meccanismo di collasso venga attivato dopo la formazione di moltissime cerniere plastiche;
  • progettazione accurata dei nodi strutturali, cioè delle unioni fra travi e pilastri con adeguate staffature;
  • uso delle cosiddette catene per aumentare la resistenza della struttura;
  • adozione di smorzatori sismici: dispositivi realizzati con materiali di "sacrificio" che vengono posti in posizioni soggette ad elevate deformazioni, ad esempio nei giunti strutturali, attenuando i movimenti ed eventualmente arrivando a rottura, pur di preservare l'integrità strutturale. Essi possono essere successivamente sostituiti.
 
CANTIERI CON QUESTA CARATTERISTICA
PIANORO (BO) - Carteria di Sesto via Gioacchino Rossini, PIANORO (BO) - Rastignano Via Valle Verde, PIANORO (BO) - Pianoro Via Fontana, SAN LAZZARO (BO) - Castel de Britti Via Idice, OZZANO (BO) - Ozzano dell'Emilia Via Nardi, PIANORO (BO) - Carteria di Sesto Via Nazionale
Costruire per Edificare

classi energetiche
Ricreativi Image Factory